Lunedì mattina, alle 7:45, noi ragazzi cominciamo ad arrivare a scuola.

Ridiamo e scherziamo proprio come se ci avessero appena regalato un criceto nuovo. Passati 15 minuti, il nostro bidello "tanto amato" Michele, ovviamente nella sua solita tuta rossa e le scarpe bianche, ci "invita" dentro scuola con varie urla e minacce. Intanto noi lumache assonnate attraversiamo la soglia tra il paradiso e l'inferno... 

Dopo la faticosa arrampicata sulle scale, raggiungiamo la nostra tana temporanea: la classe! Nel momento in cui ci sediamo e ci rendiamo conto che la scuola sta veramente iniziando, ci muore subito il criceto appena regalato.

Così ha inizio la nostra STUPENDA giornata...

Perché nessuno sta mai attento durante le lezioni?
Ore 8:00:
- alle 7:00 di mattina il tempo stringe e la colazione è un processo troppo lungo;
- la nostra mente è ancora sul cuscino;
- siamo occupati a pianificare il metodo di copiatura per la verifica del giorno dopo.
Ore 9:00:
siamo impegnati a chiedere l'ora in continuazione, delusi perché non sono ancora passati 15 minuti.
Ore 10:00:
fameeeeee!!!! Stiamo tutti pensando alla ricreazione.
Ore 11:00:
RICREAZIONE!! Siamo nel cuore della ricreazione
Ore 12:00:
A-G-I-T-A-T-I!! tra poco si va a casa!
Ore 13:00:
CASA dolce CASA il nostro Michele ci "saluta" con i suoi eleganti modi: "muovetevi! o vi lascio chiusi dentro la scuola!"