2014, un nuovo capitolo della mia vita, l'anno in cui ho incontrato i 25 ragazzi con cui sapevo di dover trascorrere i 3 anni seguenti della mia vita.

Così tante cose sono successe durante quest'anno e sembra quasi quasi come se ci conoscessimo da una vita. Ognuno di noi ha un rapporto particolare con l'altro e siamo sempre là ad aiutarci nei momenti più difficili, anche se ci sono state molte incomprensioni e prese in giro, ma comunque tutti noi sappiamo che ci vogliamo bene.

La 1C è una classe molto divertente, nonostante sia considerata per il suo comportamento "la peggior prima della scuola".

Siamo anche stati chiamati "pazzi", "bambini dell'asilo" e addirittura "scimmie"!

Nella nostra classe si sente molto spesso una risata, il rumore di una sedia che cade per terra, ma soprattutto le continue chiacchiere.

Ormai siamo abituati a ignorare il pavimento, che è quasi sempre pieno di cartaccie, matite, gomme, merende mezze schiacciate e infine i mille pezzettini di crackers sparsi dappertutto. Ci siamo anche abituati a tenere la testa bassa quando siamo in classe perché c'è sempre il rischio di essere colpiti da una gomma "volante" o da un pezzo di biscotto.

Il movimento sulle sedie è continuo anche se "dovremmo" stare fermi immobili.

Abbiamo vissuto tantissime situazioni ridicole in classe, molte delle quali sono incompresibili.

Mi ricordo quando,  un giorno, ad una mia compagna non funzionava il bianchetto e allora dopo tanti fallimenti io e alcuni miei compagni avevamo deciso di tagliarlo e poi d'improvviso il bianchetto schizzò dappertutto, sui banchi, sui nostri vestiti, per terra ... E poi era arrivato il professore che ci aveva detto di buttarlo via. Così di quel biachetto non era rimasto più niente  a parte le tracce lasciate sui nostri vestiti e sui nostri banchi. E` anche molto divertente vedere che proprio al suono della campanella del cambio d'ora si ha sempre una mini-ricreazione, che ai professori ha sempre dato fastidio, ma sinceramente secondo me è molto importante perché neanche a me basta una ricreazione di soli 10 minuti al giorno e serve anche per evitare la confusione totale nell'ora successiva. 

Quando è ora della ricreazione tutti noi finiamo in un modo o l'altro intorno al banco della nostra compagna Gabriella, che ha sempre una merenda sostanziosa ed è sempre pronta a darla anche a noi.

Mi fa sorridere l'idea di 25 persone tutti intorno al banco di una sola persona che si spingono e si buttano per terra solo per cibo!

Lo ammetto la nostra è una classe molto disordinata e chiacchierona ma è anche la più divertente (ed unica) che possiate incontare!