Parliamone.... nessuno sopporta quei momenti in cui la prof con aria altezzosa e bisbetica dice: "Tranquilli ragazzi anche se avete tanti compiti le vacanze sono abbastanza lunghe per svolgerli tutti" e proprio prima di Carnevale la cui vacanza dura la bellezza di tre giorni. Uhm... tre giorni sono tantissimi: uno per andare in montagna, uno per sciare e un altro per tornare. Diciamo che il tempo e la voglia di studiare diventano come una nevicata nel Sahara, non esiste e non esisterà mai. Ma mettiamo subito in chiaro una cosa: le vacanze non sono tutte uguali:

-qulle corte dove secondo me bisognerebbe completamente dimenticare il significato dei compiti per casa (Carnevale, Pasqua).
-quelle medio/lunghe dove i compiti ci stanno altrimenti al ritorno a scuola sembriamo orsi dopo il letargo (Natale, Estate).
E poi un’altra cosa, sicuramente vi sarà capitato che alcune lezioni dopo la verifica la richiediate corretta. Ma la prof vi risponde con la solita frase che sembra quella di un robot in corto-circuito: "Ho otto classi vuoi che corregga in pochi giorni così tante verifiche?" E vi viene subito da ribattere "Prof non ho fatto i compiti"
"Perché??"
"Prof ho otto professori! Vuole pure che faccia in pochi giorni così tanti compiti?" NOTA!!
Sta di fatto che i compiti fanno bene in ogni caso e in ogni situazione. Comunque 3-4 giorni di assoluto riposo non guastano a nessuno tranne al letto che è stufo di vederci tutto il giorno.
L'unica cosa che chiediamo è che le verifiche (sinonimo: compiti! Capite da soli per chi sono) siano riportate in classe corrette entro il minor tempo possibile, non perché senza voto diventiamo come lucertole al buio, ma per una questione di rispetto reciproco alunno/diav..... Intendevo professore.
Come la pensiamo l'avete appena letto ora sta a voi essere d'accordo o meno con noi!