-Vero Enrico?-

-No-

.- Per la centesima volta, Mirko: sì ti aiuterò - Risposi al mio amico.

- Grazie, solo le tue capacità intellettive possono aiutarmi a ritrovare l’astuccio che mi hanno rubato. Sai all’ interno…-

- Si lo so. C’era l’anello di tua nonna -

- Ehi! Giulio! - la voce di Enrico si udì alle mie spalle.- voglio aiutarvi a risolvere il caso -

- E cosa faresti? -

- Non so, prendo nota degli interrogatori, ti aiuto! -

- Va bene. “Sei assunto!” -

- Allora Mirko, dov’era l’astuccio prima del furto? -

- Sul mio banco -

- Ok. C’era qualcos’altro -

- Dei soldi -

-Ti hanno rubato anche quelli? -

- No -

- Allora è chiaro che il colpevole era interessato solo all’anello -

- Già, era proprio bello! - disse Enrico.

- Forse ho capito… sei stato tu! -

- Io? -

- Sì, volevi rimpiazzarlo con quello che hai dato alla prof. Per farti mettere un bel voto. Vero Enrico? -

- No. L’ anello che le avrei regalato non le piaceva. Quindi non avevo motivo di rimpiazzarlo. -

- Hai le prove? -

- Sì, un momento… ecco il mio anello! -

- Ops ho sbagliato colpevole - dissi - scusa En. -

- Tranquillo. Proseguiamo con le indagini.-

-Dobbiamo fare una lista dei sospettati- consigliò Mirko

-Ottima idea!-

Essi erano:

Andrea, che era stato tutta la ricreazione in classe; Federica,che adora gli anelli e Alessia, che guardava spesso l’ astuccio di Mirko come per studiarlo.

Interrogammo tutti e tre senza successo ma il primo ci rivelò un particolare interessante: ultimamente Diana portava i guanti in classe ma quando usciva da scuola sfoggiava le sue mani.

- Interroghiamola - disse Enrico.

- Si ma prima prepariamoci le domande - risposi io.

Iniziammo l’ interrogatorio.

- Come stai, Diana? -

- Bene grazie -

- Perché porti i guanti ultimamente? -

- Perché ho freddo alle mani -

- Qual è la tua stagione preferita? -

- L’estate ma… cosa c’entra? -

- Vai in spiaggia? -

- Si ma…-

- Lì non porti i guanti vero? -

- Certo che no!-

- Perché? -

- Ma che domande fai?!! Avrei caldo alle mani! -

- Che mese è? -

- Ma dove vivi? Giugno! - rispose ridendo.

- Giugno è in estate e in estate non porti i guanti perché avresti caldo, giusto? -

- Sì -

- Allora perché prima mi hai detto che li metti perché hai freddo? -

- Perché non è esta…-

- Scoperta!! Ridai l’astuccio a Mirko con dentro l’anello! -

Diana finì dalla preside e Mirko mi ringraziò dandomi un pacchetto di crackers.

Avevo risolto un altro caso.