Egregio Signor Sindaco,
        siamo gli studenti della 2B della scuola “Vettor Pisani” del Lido di Venezia. Vorremmo parlarle di un problema che ci sta molto a cuore: il nostro “Ospedale al Mare” che cade a pezzi da tanti anni.
Tra le macerie ci sono i senzatetto che si riparano e che approfittano del luogo; i vandali rovinano con graffiti e murales tutti gli edifici, più di quanto non lo siano già.
In tutto questo, c’è una piccola parte di ospedale funzionante che, però, non ha l'attrezzatura necessaria per curare i pazienti, quindi non c’è altra scelta che mandarci all’ospedale di Venezia “San Giovanni e Paolo”.
Non le chiediamo di ristrutturare tutto l’edificio, ma di attrezzare almeno quella piccola parte di ospedale ancora funzionante, che serve non solo a noi lidensi ma anche agli abitanti di Pellestrina e di altre isole.
Quando c’è nebbia, acqua alta o mare troppo  mosso, è davvero difficile, a volte impossibile, raggiungere l’Ospedale Civile, quindi una struttura ospedaliera funzionante è davvero essenziale per noi.
La preghiamo di dedicarci un po’ di tempo nel leggere queste poche righe e di aiutarci al più presto.
Grazie e distinti saluti.