Egregio Signor Sindaco,

siamo studenti di terza media dell'Istituto Comprensivo di Lido e Pellestrina. Da anni a scuola studiamo l'importanza dell'acqua e il suo ciclo. Abbiamo capito che l'acqua dolce è un bene prezioso. Eppure, girando per Venezia, abbiamo notato molte fontanelle emettere acqua a getto continuo, sprecando questo "oro blu" che non è illimitato. 

 
Egregio Signor Sindaco,
        siamo gli studenti della 2B della scuola “Vettor Pisani” del Lido di Venezia. Vorremmo parlarle di un problema che ci sta molto a cuore: il nostro “Ospedale al Mare” che cade a pezzi da tanti anni.
Tra le macerie ci sono i senzatetto che si riparano e che approfittano del luogo; i vandali rovinano con graffiti e murales tutti gli edifici, più di quanto non lo siano già.
In tutto questo, c’è una piccola parte di ospedale funzionante che, però, non ha l'attrezzatura necessaria per curare i pazienti, quindi non c’è altra scelta che mandarci all’ospedale di Venezia “San Giovanni e Paolo”.

 

Egregio sig.Sindaco,

    Le scriviamo per sollevare il problema della difficoltosa viabilità a Malamocco. Da quando hanno costruito lo spartitraffico, Malamocco deve sopportare grossi problemi nel transito delle automobili.

Se succedesse un incidente, l'ambulanza non riuscirebbe ad arrivare a causa dello stretto passaggio; le auto non potrebbero accostare e si formerebbe una lunga coda. Se un veicolo sbandasse su un tombino e andasse a sbattere contro lo spartitraffico potrebbe riportare gravi danni. Riteniamo che questo spartitraffico sia inutile. Chiaro è l'esempio di un ragazzo che nell' Agosto 2013 è andato a sbattere con la sua auto contro di esso, buttando a terra un lampione, rischiando di farsi molto male o, nel peggiore dei casi, di rimetterci la vita.

Questo sistema di viabilità andrebbe modificato al più presto. Il nostro pensiero è che sia stato un inutile spreco di denaro pubblico e abbia ristretto le corsie automobilistiche rendendo più pericolosa la strada.

Ringraziamo per la cortese attenzione. Cordiali saluti 

 

           

Egregio Signor Sindaco,

Le scriviamo questa lettera a nome della classe 2B della scuola media "Vettor Pisani" del Lido, per comunicarLe alcune nostre riflessioni sulla recente costruzione della nuova pista ciclabile nel tratto di via Sandro Gallo che parte dalla chiesa di S. Ignazio e termina in località Terre Perse all'altezza di via Simone Occhi.

Egregio sig. Sindaco,

 siamo un gruppo di ragazzi che fa skate da molto tempo in una piazzetta del Lido; ma siamo costretti a scappare perché le persone anziane che vogliono riposarsi chiamano sempre i vigili non lasciandoci praticare il nostro hobby preferito.

Egregio direttore,

                siamo gli alunni della IIB della scuola V.Pisani del Lido. Scriviamo questa lettera per segnalarLe alcuni problemi  relativi ai trasporti A.C.T.V.

1)    Iniziamo dai vaporetti.

A S. Elena i battelli arrivano spesso in ritardo o, peggio ancora, saltano delle corse, per cui noi studenti abbiamo grossi problemi a raggiungere la scuola al Lido in orario.

2)    Passiamo al Lido, verso S. Nicolò.

Qui gli autobus arrivano puntuali ma le coincidenze tra loro non esistono. Ad esempio alcuni nostri compagni a S.M.E. devono cambiare bus per andare a scuola ma a volte esso parte sotto i loro nasi.

Ci hanno detto gli Ispettori A.C.T.V. che ormai le coincidenze non esistono più ma a volte usare anche un po’ di buonsenso e non far partire le corse “scolastiche”  lasciando gli scolari a terra …

feed-image rss feed